Consigli per scrivere un libro di successo

Dare alla luce un romanzo non è cosa facile, ma da oggi può esserlo un poco di più. in questo articolo scoprirai infatti tutti i migliori consigli per scrivere un libro di successo, che venga pubblicato e apprezzato da migliaia di lettori.

da | Mag 25, 2017 | Scrittura | 0 commenti

Scrivere un libro è un’avventura fantastica, un sogno che nutrono migliaia di persone. Dare la luce ad un romanzo non è però cosa da poco e necessita non solo di molto tempo, ma anche di tanta passione e tanto impegno. Scrivere un romanzo è un’obiettivo importante, che va condotto con le giuste mosse.

Ecco perché in questo articolo vedremo i più importanti consigli per scrivere un libro che abbia successo, in grado di garantirti la pubblicazione e la gloria eterna (magari questo no, ma ci si prova lo stesso).

Consigli per scrivere un libro

Se il tuo sogno è veder comparire il tuo libro sulle vetrine dei negozi, allora preparati ad immergerti in questa lettura, grazie alla quale potrai spianare la strada per la scrittura di un libro. Qui di seguito ho raccolto otto consigli che se seguirai ti aiuteranno a scrivere in modo più produttivo.

Non solo riuscirai a scrivere più velocemente, portando a termine il tuo libro prima del previsto, ma riuscirai anche a scriverlo meglio, caratterizzandolo in ogni sua parte. Pronto per i consigli di scrittura? Partiamo subito!

1. Lavora sull’idea

Questo è secondo me il punto zero da cui partire per scrivere un libro di successo. Ogni giorno di più mi convinco che sia proprio l’idea che sta alla base del romanzo e del libro a fare la differenza fra un libro di successo ed uno mediocre. Per questo ti consiglio di dedicare quanto più tempo possibile alla creazione e allo sviluppo dell’idea sulla quale si baserà il tuo libro.

Un romanzo che non ha nulla da dire è un romanzo che non vale niente. Devi sapere esattamente cosa vuoi poter trasmettere grazie alle tue parole e in che modo vuoi farlo. Non ha importanza che l’idea abbia un qualcosa di già visto: reinterpretala, guardarla da un altro punto di vista e sviluppala nel tuo modo, in maniera originale e fresca.

Di questo argomento ho già ampiamente parlato nei due articoli che trovi linkati qui sotto, nei quali sia spiego come sviluppare l’idea per scrivere libri e racconti, sia do qualche spunto per dei libri originali.

2. Progettare

Se credi che scrivere un libro significhi ricavarsi un pò di tempo ogni tanto, allora sei completamente fuori strada. Il consiglio più importante che si può dare a qualcuno che sta iniziando a scrivere un libro è quello di organizzarsi, di progettare il suo tempo e il suo libro in maniera minuziosa, così da poter procedere come un treno.

Principalmente hai due cose da progettare: il tuo libro e il tuo tempo. Progettare un libro significa stendere una trama e una sinossi dettagliata, realizzare le schede dei personaggi, stendere con dettaglio l’ambientazione e scrivere una storyline con gli eventi più importanti in ordine temporale.

Dall’altra parte dovrai organizzare il tuo tempo e la tua scrittura. Quello che ti consiglio è di scrivere ogni giorno, di ricavarti un tuo momento della giornata nella quale poterti dedicare interamente alla scrittura del tuo romanzo. Se sei davvero intenzionato a scrivere un libro che possa venire pubblicato, allora devi essere il primo a crederci davvero e dedicarci più tempo possibile. Compra un’agenda e poniti degli obiettivi, segnandoti quando scrivere ogni giorno.

Daniele Imperi, curatore del blog pennablu, spiega bene le ragioni per le quali dovresti pianificare il tuo romanzo. Di mio posso assicurarti che, se ti convincerai a progettare la stesura del tuo romanzo, ti accorgerai In breve tempo di quanto la tua produttività sarà migliorata!

3. Cura i tuoi personaggi

Scrivere è un pò come cucinare, lo sapevi? Prova a cucinare una semplice pastasciutta al sugo, utilizzando pomodori marci e pasta scaduta. Quale sarà il risultato?

Quello che si impara da questa lezione di cucina è che gli ingredienti sono fondamentali: puoi essere il miglior cuoco al mondo, ma se gli ingredienti sono pessimi sarà pessimo il risultato. Ecco che si comprende quanto sia importante caratterizzare correttamente i personaggi, soprattutto quelli protagonisti, e descriverne accuratamente ogni minimo dettaglio.

Prima di iniziare a scrivere dovresti redigere una scheda personaggio per ognuno di quelli che compariranno nel libro. Questa dovrà riportare ogni elemento, da quello estetico e fisico a quello psicologico. Devi descrivere personaggi con un’anima, che siano originali e spinti da motivazioni sensate. Un protagonista ben strutturato, con una nemesi altrettanto ben congegnata, ti aiuterà moltissimo nello scrivere il libro e, anzi, a volte ti sembrerà quasi che siano loro a farla andare avanti, e non tu!

Se non sai da dove partire ho scritto una lunga e approfondita guida sul come creare personaggi per libri e racconti, dove spiego passo passo come caratterizzare protagonisti e personaggi secondari.

4. Trova il tuo luogo Zen

Questo è un consiglio che proviene direttamente dalla mia esperienza personale e che, quindi, potrebbe essere adatto solo ad alcuni lettori. Molti scrittori, infatti, riescono a scrivere proficuamente nelle più disparate situazioni: sugli scomodi sedili del treno, con la musica ad alto volume, nei parchi.

Quello che invece ho imparato è che scegliersi un proprio luogo zen dedicato unicamente alla scrittura, aumenta, in molti casi, la produttività. Anche l’atmosfera è molto importante. Personalmente, ad esempio, preferisco l’assoluto silenzio e luce scarsa quando scrivo: ci pensano già i miei pensieri, la mia fantasia e i personaggi che mi balzano in testa a fare rumore. Il mio consiglio è quindi quello di riservarti un tuo momento e un tuo posto speciale, dove poterti dedicare corpo e mente alla scrittura.

E mi raccomando: nessuna distrazione! Niente cellulare, niente connessione. Devi poterti immergere nella scrittura e divenire un tutt’uno con quello che stai scrivendo.

5. Cura l’ambientazione

Te lo dico chiaro e semplice, ok? Curare con grande attenzione l’ambientazione del tuo manoscritto è fondamentale. Durante la fase di progettazione dovrai delineare tutti gli elementi del tuo libro e produrre una sorta di schema da tenere sempre sotto mano.

Se l’avrai fatto avrai a disposizione una descrizione accurata dell’ambiente nel quale sono immerse le vicende del tuo libro. Questo vuol dire che conoscerai alla perfezione gli spazi e i luoghi e le caratteristiche che li descrivono, ma anche che conoscerai l’ambiente psicologico del tuo libro, ovvero il pensiero collettivo degli abitanti del paese, i loro modi di fare e di pensare.

Curare l’ambiente fisico e psicologico è importante perché ti permette di evitare errori grossolani nella trama del tuo libro, errori che magari tu non coglierai, ma un editor o una casa editrice si. Incongruenze, buchi di trama ed errori possono essere facilmente risolti stendendo a monte un’accurata descrizione dell’ambiente.

Ti potrebbe interessare anche:

6. Sii sempre pronto per scrivere

“Ricorda che le idee migliori arrivano quando meno te lo aspetti!”

Un vero scrittore non esce mai di casa impreparato, ma ha sempre con sé un taccuino, un blocco note o un pc nel quale abbozzare pensieri ed idee. Si perché per quanto si cerchi di progettare e di organizzarsi, non si può scegliere quando avere le illuminazioni, né tanto meno fermare la fantasia.

Le idee migliori potrebbero sorprenderti nei momenti più disparati della giornata, quando stai subendo una strigliata dal tuo capo o quando sei in coda fuori dal bagno: sta a te essere pronto per abbozzarle oppure lasciarle svanire.

7. Cura i dialoghi

Lo ammetto, i dialoghi sono uno degli aspetti che più mi viene difficile sviluppare, eppure per primo mi accorgo di quanto siano rilevanti, tanto per la trama quanto per l’esperienza del lettore. I dialoghi possono essere il motore della trama e possono avere una importante rilevanza ai fini della storia. Inoltre il lettore spesso ricerca visivamente le parti in cui compaiono i dialoghi, perché è conscio che in essi la trama verrà mandata avanti, il linguaggio si farà più veloce e scorrevole e lui scoprirà cose intriganti della storia. I dialoghi danno ritmo e coinvolgono, ma devono essere scritti bene.

Quando scrivi i dialoghi fa che questi siano coerenti non solo con la trama, ma soprattutto con i personaggi. Grazie ai dialoghi si può riuscire a dare ancora più spessore ai protagonisti e a delinearne in modo più efficace il loro carattere e la loro psicologia. Per questo ogni personaggio dovrebbe avere il suo particolare modo di parlare, quasi come se i lettori potessero ascoltarne il timbro.

8. Confrontati

Lo so, fa paura. Il pensiero che altri possano leggere ciò che abbiamo scritto ci spaventa, perché abbiamo paura di ricevere delle critiche, abbiamo paura che il nostro lavoro non sia valso la pena. Ma ti svelerò un segreto: solitamente i libri sono scritti proprio per essere letti. Questo per dirti che è meglio ricevere una critica ed una correzione oggi piuttosto che una stroncatura o bocciatura domani!

Chiedi ad un parente stretto o ad un amico di cui ti fidi ciecamente di leggere le pagine del tuo manoscritto, ma assicurati che siano persone che ti daranno la loro vera opinione, non un semplice contentino. Se puoi scegli un lettore accanito, qualcuno che abbia una buona cultura e che sappia discernere fra un libro buono ed uno scadente. Se non hai nessuno a cui chiedere puoi sempre rivolgerti ad un servizio di valutazione inediti, grazie al quale un professionista ti invierà una scheda di valutazione per mostrarti i punti deboli del tuo libro.

Questi sono i fondamentali consigli per scrivere un libro di successo. Raccontami invece la tua esperienza: quali sono i migliori accorgimenti e consigli che ti hanno facilitato nella stesura del tuo romanzo? Fammeli sapere qui nei commenti. E non ti dimenticare di condividere l’articolo se ti è stato di qualche utilità 😉